Economia: Italia apre credito di 3 miliardi di euro per progetti in Iran

L’Italia provvederà a dare copertura finanziaria e assicurativa per progetti industriali per un valore di almeno 3 miliardi di euro in Iran.
Lo ha affermato all’agenzia ufficiale iraniana IRNA il ministro italiano per lo sviluppo economico Federica Guidi, spiegando che la banca di investimenti italiana Mediobanca e la SACE hanno firmato in questo senso un memorandum d’intesa con il ministero dell’economia iraniano e la banca centrale iraniana.
Secondo il ministro Guidi, la firma del memorandum è un grande passo che aiuterà i due paesi a superare tanti problemi e creare un’atmosfera adeguata per l’esecuzione di progetti congiunti. La delegazione italiana in Iran ha seguito quelle di Germania, Francia e Serbia.
Presto arriveranno anche alte delegazioni di Spagna e Svizzera per negoziare nuovi accordi commerciali e finanziari con l’Iran.
Fonte: irib

Iran invita le case automobilistiche stranieri per tornare al mercato iraniano

Mohammad Reza Nemat Zadeh, ministro dell’industria, delle Miniere e del Commercio dell’Iran, nel suo recente incontro con le case automobilistiche ha annunciato che presto ci sarà un invito rivolto a case automobilistiche straniere affinché tornino nel mercato iraniano.

L’invito alle case automobilistiche straniere per favorire la loro presenza sul mercato iraniano verrà presentato durante il primo convegno internazionale sull’industria automobilistica che si terrà il 30 novembre presso la Sala delle Conferenze Internazionali della Torre Milad di Teheran.

Sasan Ghorbani, membro del consiglio dei produttori di pezzi di ricambio, affermando che l’invito a partecipare al convegno internazionale è stato inviato a tutte le aziende del settore automobilistico, ha ribadito: “Questo convegno viene organizzato dall’associazione dei produttori di auto, dall’associazione dei produttori di pezzi di ricambio e dall’associazione di assistenza post vendita. Il convegno è inoltre sostenuto dalle aziende iraniane Iran Khodro e Saipa.”

Ghorbani ha aggiunto che nel primo giorno di questo convegno, verranno spiegate le politiche economiche nel settore auto e pezzi di ricambio da parte delle autorità dell’istituzione presidenziale, il Ministero dell’Industria e il Ministero dell’Economia.

Nel secondo giorno è prevista una visita alle aziende automobilistiche del Paese per mostrare le capacità delle industrie iraniane. Secondo Ghorbani, a questo convegno parteciperanno aziende internazionali e costruttori di pezzi di ricambio, società di ingegneria e di design, nonché rappresentanti di ambasciate e camere di commercio.

Ghorbani ha affermato che per il convegno sono stati invitati tutti i paesi che posseggono l’industria automobilistica e ha aggiunto che tra gli invitati ci sono anche le aziende statunitensi senza alcun limite. Egli ha affermato: “L’invito è stato spedito a oltre 100 aziende automobilistiche e a 30 produttori di pezzi di ricambio.”

Ghorbani, riferendosi all’approccio del ministro dell’industria riguardo al settore automobilistico, ha affermato: “Il ministro dell’industria è dell’opinione che nel settore della tecnologia non dobbiamo rimanere lontani dagli standard internazionali.”